Scambio di informazioni fiscali tra Italia e Emirati Arabi Uniti

Scambio di informazioni fiscali tra Italia e Emirati Arabi Uniti

Dal 2018 arriva la VAT nel GCC

Dal 2018 arriva la VAT nel GCC

A chi affidarsi quando si porta la propria attività sul mercato estero?

A chi affidarsi quando si porta la propria attività sul mercato estero?

Un viaggio tra il Design d'Autore

Un viaggio tra il Design d'Autore

Più Veloci Della Velocità

Più Veloci Della Velocità

Le regole per investire in immobili a Dubai

Le regole per investire in immobili a Dubai

celestia-00.jpg

Le regole per investire in immobili a Dubai

Non è tutto oro ciò che luccica!

Questa affermazione non vuole spaventare, ma vuole esprimere i giusti concetti per investire in immobili a Dubai.

Dubai, infatti, si presenta al mondo come la città del lusso, la città dalle mille risorse, la città del business semplice, senza fare fatica, in realtà non è cosi, anche a Dubai esiste la regola universale degli affari: nessuno ti regala nulla.

Senza dubbio le opportunità sono molte e pure affascinanti, ma sono opportunità che possono cogliere solo coloro che si attengono a queste semplici (ma fondamentali) regole:

  • Farsi seguire da consulenti preparati i quali abbiamo solidi appoggi ed importanti partnership a Dubai.
  • Acquistare solo da Imprese/società immobiliari importanti sulla piazza di Dubai, le quali siano comunque accreditate presso il Land Department in modo tale che tutti gli acconti versati per l’acquisto degli immobili (nel caso di pagamenti dilazionati) vadano a confluire in un apposito fondo di garanzia (escrow account).
  • Individuare bene il vostro target di investimento sia come tipologia di immobili sia come tipo di redditività a cui si vuole puntare.
    Oggi, infatti, che i valori immobiliari, pur non essendo più ai minimi storici post-bolla, sono comunque bassi (il market è appena ripartito) si può puntare, ad esempio, a delle operazioni di trading acquistando un immobile, concordando un pagamento dilazionato (anche sino a 3 anni) con versamento di acconti ogni 6-12 mesi per poi rivenderlo prima del saldo definitivo. Questa operazione, oggi come oggi, partendo da prezzi ancora bassi e prevendendo un fisiologico aumento almeno sino al 2019-20 (data di Expo Dubai 2020), dovrebbe dare dei più che discreti risultati in termini di guadagno; oppure investire con un acquisto mirato all’ottenimento di una rendita da locazione, cosa abbastanza facile e con rendimenti medi del 7-8 % (sinceramente anche superiori ma, come “forma mentis”, non mi piace dare illusioni che, proprio per la volatilità del settore, potrebbero non realizzarsi, oppure realizzarsi in proporzioni inferiori).
  • Un consiglio potrebbe essere quello di impostare una soluzione intermedia tra le due, cioè acquistare un immobile con un pagamento dilazionato a 24-36 mesi, avviare, quindi, dopo il versamento dell’acconto iniziale, la commercializzazione per la rivendita del bene (trading) per poi, in caso di mancata rivendita (può succedere), proseguire dopo il saldo finale e quindi proseguire con la locazione del bene.

Fondamentale, comunque, essere seguiti da una struttura di consulenza a 360 gradi, dove oltre alla parte immobiliare specifica, si possa essere affiancati anche da consulenti legali e fiscali sia in Italia sia a Dubai, condizione sine qua non per un investimento sereno.

Sergio Alberti

Luxury Real Estate


Made with love by 321. - Note sulla compatibilità